E ALLORA CIAK – Il messaggio di ‘Into the wild’: abbiamo solo bisogno di cambiare il modo di vedere le cose.

0
105

E allora ciak’ è una rubrica che vuole approfondire il mondo dei film e delle serie tv, segnalando nuove uscite ma anche un approfondimento su realizzazioni storiche che meritano una particolare attenzione. Un autentico tuffo nella cinematografia. Appuntamento settimanale: il sabato. SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK

Eccoci qui, altra settimana, altro appuntamento con la settima arte. Bentornati su ‘E allora ciack..

Questa settimana, assecondando il pressante desiderio di fuga da questa triste realtà pandemica comune a tutti noi, vorrei parlare di una pellicola del 2007, un singolare inno alla libertà, in cui perdersi con lo sguardo nella fotografia: “Into the Wild – Nelle terre selvagge”

Trasposizione cinematografica del libro di Jon Krakauer, diretta con sensibilità ed accuratezza da Sean Penn, l’opera racconta la vera, stravagante quanto singolare storia di Christopher McCandless, giovane benestante che decide di abbandonare tutta la sicurezza materiale, gli agi dati dal suo ceto sociale, per immergersi nella natura selvaggia.

Il film è divenuto un cult nella sottocultura urbana, dove il tema della fuga è lo sfondo che grazie alla camaleontica bravura del protagonista cattura lo spettatore che difficilmente non si immedesima in questa figura tormentata che è tutto fuorché un idealista ingenuo.

È una pura e semplice trasposizione della liberta. Sean Penn mescola, strappa, cuce e ricuce il percorso di un personaggio che ad ogni incontro affronta le proprio mancanze affettive fonte di enorme sofferenza, la difficoltà dei legami di sangue, dando l’impressione di un viaggio introspettivo a stadi volto al liberarsi di qualsiasi dipendenza, mettendo a confronto anche in maniera sfrontata l’individualismo con il bisogno di amore e soprattutto mettendo sotto il riflettore l’idealismo in tutte le sue contraddizioni.

La maturità del personaggio va di pari passo agli incontri lungo il suo percorso così come la contrapposizione tra il costante senso di vuoto del protagonista e gli immensi spazi dei diversi paesaggi sembrano fondersi in un unica grande tutt’uno.

GUARDA TUTTI GLI ‘E ALLORA CIAK ‘

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here